Breaking

Psicologo dello Sport: quali competenze?

Psicologo dello Sport / 25 gennaio 2017

Quali competenze deve acquisire e sviluppare uno Psicologo dello Sport? Di cosa si occupa?

Queste domande possono interessare i colleghi che si avvicinano alla Psicologia dello Sport, i colleghi che operano stabilmente in questo settore della Psicologia, ma anche agli atleti ed agli allenatori che tutti i giorni vivono lo Sport. In questo articolo vorrei concentrarmi in modo particolare sulla questione competenze  dello Psicologo dello Sport facendo riferimento ad un documento del 2003, pubblicato  l’ISSP (l’associazione internazionale di psicologia dello sport). Nel documento L’associazione Internazionale di Psicologia dello Sport ha definito quali sono le competenze, le conoscenze e le tecniche d’intervento fondamentali per  operare con professionalità e competenza nel mondo della Psicologia dello Sport e dell’esercizio fisico.

In questo documento viene ribadito come la Psicologia dello Sport sia un area specifica, e che lo Psicologo che desideri lavorare in questa area deve integrare conoscenze che appartengono sia all’ambito della Psicologia, che delle scienze dello sport e dell’esercizio fisico.

La definizione di competenza

Nel documento viene innanzi tutto definito cosa s’intende per competenze, ovvero quella serie di abilità che dovrebbero essere dimostrate dallo Psicologo che intende lavorare nell’ambito della Psicologia dello Sport.

Psicologo dello Sport: quali competenze ?

Nel documento viene proposto uno schema che racchiude  le aree che rappresentano le competenze specifiche e le possibili applicazioni professionali.

Nelle conoscenze vengono individuati questi aspetti:

  • Conoscenze di base: il sapere della Psicologia, le conoscenze specifiche nell’area della Psicologia dello Sport, il sapere relativo all’area delle scienze dello Sport e dell’esercizio fisico;
  • Conoscenze relative alla ricerca: modalità di ricerca e di valutazioni in termini scientifici. In questo tipo di conoscenza si trova anche la capacità di presentare e condividere i risultati.
  • Conoscenze su misurazione, valutazione e interpretazione dei dati, che permettono al professionista di raccogliere dati e misure (questionari, interviste, colloquio ecc…) in maniera corretta, di formulare ipotesi, di interpretare i dati raccolti, tenendo anche a mente i limiti degli strumenti utilizzati.
  • Etica:  riguarda la necessità di tutelare la salute fisica e psicologica di chi richiede una consulenza e aspetti legati alla Privacy.
  • Standard applicativi: la capacità di costruire procedure d’intervento efficaci e di sviluppo di competenze comunicative.

A chi volesse approfondire l’argomento, questo è il link del documento originale

Bibliografia:
Tenenbaum, G., Lidor, R., Papaianou, A., & Samulski, D. (2003). ISSP position stand: Competencies (occupational standards, knowledge, and practice) and their accomplishment (learning specification, essential knowledge, and skills) in sport and exercise psychology. International Journal of Sport and Exercise Psychology, 1, 155-166

Dr. Massimiliano di Liborio


Tag:,



Massimiliano Di Liborio




Previous Post

L'importanza del gioco

Next Post

Sul tempo e sul decidere





You might also like



0 Comment


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


More Story

L'importanza del gioco

  Molto al di sotto della così nuova neocorteccia, nella parte più vecchia del nostro cervello, diversi sono i circuiti...

24 January 2017

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi